Rapporto annuale 2020

Per una migliore qualità di vita nelle regioni montane svizzere - La vostra solidarietà è importante!

È in tempi di crisi che si comprende l’importanza dell’agricoltura: è sempre stato così, ed è accaduto anche nel 2020. In quest’ottica è fondamentale prendersi cura di chi rende possibile la produzione alimentare, soprattutto nelle regioni di montagna e sugli alpi. Le famiglie di contadini hanno un ruolo irrinunciabile, vanno sostenute. Perché se non fosse per la loro instancabile dedizione quotidiana, gli straordinari prodotti delle nostre montagne andrebbero per sempre perduti, così come tanti aspetti della cultura e dell’identità del nostro Paese. Anet Spengler dell’Istituto di ricerche dell’agricoltura biologica di Frick (AG) ha fatto una scoperta interessante: le sue ricerche dimostrano che l’economia montana e quella alpigiana danno un importantissimo contributo alla protezione della natura e dell’ambiente (www.cooppadrinato.ch/fibl, in tedesco).

Nel 2020 siamo riusciti a finanziare ben 177 piccoli e grandi progetti con oltre 7,5 milioni di franchi: una cifra mai raggiunta nella storia del Padrinato Coop per le regioni di montagna nei suoi quasi 80 anni di attività. A rendere possibile tutto ciò sono state le donazioni record di oltre 6,2 milioni di franchi e le riserve accumulate negli anni scorsi. Una parte sostanziale delle entrate nell’anno in rassegna proviene da legati e lasciti testamentari, spesso da parte di soci di lunga data che, in caso di decesso, decidono di devolvere i propri beni a favore delle famiglie di contadini di montagna. Ho avuto l’onore di prestare per sette anni il mio impegno come presidente del Padrinato Coop per le regioni di montagna e rimetterò il mandato in occasione dell’assemblea generale del 2021. Lavorare per le persone nelle regioni di montagna è ed è stato un compito che mi ha dato enormi soddisfazioni. Ho ricevuto innumerevoli lettere e disegni di gratitudine, ed è a tutti voi che trasmetto questi ringraziamenti: perché è solo con la vostra solidarietà e il vostro generoso sostegno che è stato e continua a essere possibile semplificare, e quindi migliore, la vita delle persone nelle regioni di montagna.

Grazie di cuore!

Irene Kaufmann, presidente